studio / projects / contacts
  it / en / fr
 
         
           

Casa Domigno

Roma, quartiere Talenti - 2002
Mq 78

Fluida, flessibile, luminosa. Entrate pure, è la casa del futuro. Spazi aperti, materiali innovativi, specchi per dare profondità e neppure una porta, se si esclude quella neanche troppo scontata del bagno. Un cocktail gustoso di originalità e praticità.
Dislivelli, botole, armadi sospesi, profondità e giochi di luce. "Ma ciò che più conta è lo sfruttamento totale dello spazio [...]. Ogni casa va plasmata sulle persone che la abitano, quella di Talenti va bene per una coppia o per un single, gente dinamica, che ama le comodità e che nello stesso tempo è attenta all'estetica. Prima di disegnare un progetto è opportuno incontrare più volte il committente, dialogare con lui, capire i suoi bisogni e le sue abitudini. [...] un unico grande spazio fluido, con ambienti separati in modo volutamente approssimativo, in cui è facile spostarsi".
Ingegnose le soluzioni adottate. Salotto e terrazza, separati da una grande vetrata che esalta l'affaccio sul verde, trovano nello stesso pavimento in resina un'efficace continuità. Il cemento disegna una struttura avvolgente che dà corpo al piano del telefono, al tavolo da lavoro, al divano (che scorre fino all'esterno trasformandosi in panca). E un totem cilindrico girevole consente di vedere il grande televisore al plasma da qualsiasi angolo della casa. [...] una colonna rotante che nasconde i cavi all'interno, su cui sono incastonati lo schermo e tutti i diversi accessori. Il particolare meccanismo a cuscinetti alleggerisce il movimento di rotazione, peraltro facilitato dall'aggiunta di maniglie.
[...] Dietro la porta d'ingresso, nella parete di fronte al letto e in bagno, ecco dei guardaroba portaoggetti molto singolari: cerchi e pioli di metallo incollati al muro, dove appendere giacche, caschi, borse, chiavi. E nella zona notte, rialzata da tre gradini, una botola permette lo sfruttamento dello spazio sottostante [...].
I materiali più adatti alla nuova moda giovane? Pareti di cemento con trattamenti idrorepellenti, vetri satinati, metalli [...]. E per i pavimenti, legno o resina. "I materiali sono importanti quanto le forme, [...] non c'è rigidità, la casa cambia seguendo l'umore di chi la vive".
(Estratto dall'articolo di Matteo Recanatesi pubblicato su "Il Tempo" del 4 novembre 2003).